• 28/02/2024

Hackathon “Urban Challengers”

 Hackathon “Urban Challengers”

Al via il primo Hackathon “Urban Challengers” per i servizi urbani innovativi nella città di Bologna

Aperte le candidature per l’Hackathon “Urban Challengers” promosso dalla Città metropolitana, in collaborazione con Gellify, nell’ambito del progetto CTE COBO – Casa delle Tecnologie Emergenti del Comune di Bologna

Casa delle Tecnologie Emergenti del Comune di Bologna lancia “Urban Challengers”, il primo dei tre Hackathon previsti dal progetto a cui è possibile candidarsi fino al 1° settembre.

L’Hackathon si rivolge a chiunque voglia contribuire all’ideazione di soluzioni innovative nell’ambito dei servizi urbani grazie all’utilizzo del 5G e di almeno una delle tecnologie emergenti (Blockchain, Intelligenza Artificiale, Realtà aumentata, virtuale ed immersiva, Internet of Things e tecnologie quantistiche).

L’obiettivo è quello di rendere i territori e le aree urbane più vivibili, efficienti, accessibili, sicuri, inclusivi, sostenibili e generativi per tutti e tutte.  Le soluzioni delineate nel corso dell’hackathon potranno fornire un contributo alla definizione delle politiche pubbliche nella prospettiva di una maggiore integrazione delle tecnologie emergenti.

Per partecipare all’Hackathon è possibile candidarsi attraverso questa pagina,  singolarmente o in gruppi da 4 a 6 persone. I partecipanti e le partecipanti avranno la possibilità di scegliere tra quattro stimolanti sfide, ognuna incentrata su un ambito di grande rilevanza per lo sviluppo tecnologico e sostenibile del territorio, tra queste:

–  lo studio e la creazione di strumenti utili ai mobility manager per l’ottimizzazione della mobilità casa – lavoro;

–  le proposte d’uso e l’implementazione di big data e simulazioni per prevenire calamità naturali e proteggere il territorio;

–  l’utilizzo dei dati del turismo per organizzare un sistema integrato di trasporti e servizi;

–  la promozione e lo stimolo, attraverso gli strumenti di intelligenza artificiale e Internet of Things, di un maggiore coinvolgimento dei cittadini in attività e comportamenti sostenibili.

I due gruppi vincitori avranno l’opportunità di partecipare a un programma immersivo di formazione, organizzato dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con Gellify, e di visitare istituzioni di rilevanza nazionale e internazionale, pubbliche e private, impegnate nel settore di riferimento.

Sarà possibile candidarsi fino alle ore 12 di venerdì 1° settembre.

L’Hackathon si svolgerà venerdì 29 e sabato 30 settembre presso la sede CTE COBO-Phygital HUB in via Isonzo 55, offrendo ai partecipanti l’opportunità di lavorare su idee innovative e soluzioni tecnologiche.

CTE COBO invita tutti gli appassionati e le appassionate di tecnologia, gli innovatori e le innovatrici a partecipare a questa sfida. Per ulteriori informazioni e per candidarsi all’Hackathon, si invita a visitare il sito web ufficiale di CTE COBO.

“Il progetto CTE COBO sta entrando nel vivo. – afferma Rosa Grimaldi, delegata di Comune e Città metropolitana alla promozione economica e attrattività internazionale – Con questa prima call, e con le altre diverse che seguiranno entro il 2024, intendiamo dare impulso all’innovazione nel nostro territorio stimolando idee, attraendo talenti, promuovendo nuova imprenditorialità e l’innovazione delle imprese esistenti.

In questo modo la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie non saranno solo teoria, ma parte attiva del processo di miglioramento della nostra società a vantaggio delle imprese, dei cittadini e delle cittadine di tutta l’area metropolitana”.

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche