• 20/04/2024

Innovation Roadshow 2024

 Innovation Roadshow 2024

Innovation Roadshow 2024: Bologna dà il via al Tour dell’Innovazione. Il 14 e 15 marzo appuntamento con le Case delle Tecnologie Emergenti

L’Innovation Roadshow 2024 inizia il suo tour a Bologna, capitale dell’innovazione, per poi proseguire attraverso le principali città italiane che ospitano le Case delle Tecnologie Emergenti (CTE): Campobasso, Taranto, Cagliari, Napoli, Pesaro e Genova. La prima tappa, organizzata dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con Invitalia e la Casa delle Tecnologie Emergenti del Comune di Bologna, e con il supporto organizzativo di Search On Media Group, avrà luogo il 14 e 15 marzo.

Con l’innovazione al centro della scena, questo evento si distinguerà per un’area espositiva esclusiva, dove verranno presentate le più avanzate tecnologie e sperimentazioni del panorama delle Case delle Tecnologie Emergenti (CTE) italiane. Accentuando l’impegno verso le frontiere dell’IoT e dell’industria 4.0, l’iniziativa non solo esibirà le eccellenze tecnologiche ma offrirà anche l’opportunità di esplorare i luoghi simbolo dell’innovazione.

In programma, nel corso della due giorni, importanti momenti di matchmaking tra startup, imprese, investitori, incubatori e attori nel campo dell’open innovation, al fine di stimolare la crescita delle realtà imprenditoriali innovative proposte dagli ecosistemi delle 13 case.

Tra le realtà che hanno confermato la loro presenza: Proxima Robotics, Robotizr, VAIMEE, Accyourate, Olivair, EBworld, Fifth Ingenium, Ivert, Smart Track, Global Automation, CDP, Simest, Invitalia, EIT ed Angels For Women.

I partecipanti saranno coinvolti in visite ai luoghi dell’innovazione del territorio, tra cui il Tecnopolo di Bologna, sede del supercomputer Leonardo, uno dei tre precursori di sistemi di classe exascale annunciati da EuroHPC Joint Undertaking, e BI-REX, il Competence Center nazionale specializzato sui Big Data, per scoprire la Linea Pilota, un esempio di smart factory interconnessa suddivisa in quattro diverse aree (Big Data & IoT, Additive Manufacturing, Robotica, Smart Manufacturing), in cui le tecnologie 4.0 si integrano a quelle tradizionali.

Di seguito, i momenti di rilievo con gli ospiti delle due giornate:

  • Il viceministro Valentino Valentini con un messaggio in apertura della sessione plenaria, nel corso della quale sarà presentata, in anteprima nazionale, la nuova campagna di comunicazione promossa dal MIMIT sulla connettività ultraveloce, fattore abilitante essenziale per la transizione digitale del Paese a beneficio dello sviluppo e della competitività delle imprese, del Made in Italy, dei sistemi territoriali e dei cittadini.
  • I saluti istituzionali di Roberta Serroni, dirigente Reti e servizi di comunicazione elettronica ad uso pubblico e privato. Regolazione normativa e tecnica della banda ultra larga e forme evolutive, Ministero delle Imprese e del Made in Italy, dei referenti delle istituzioni locali, Rosa Grimaldi, delegata alla promozione economica, attrattività e innovazione della Città metropolitana di Bologna e del Comune di Bologna e Massimo Bugani, assessore all’Innovazione Digitale del Comune di Bologna.
  • Gli interventi di Giulia Gioffreda, Government Affairs and Public Policy di Google e di Stefano Onofri, co-founder e co-CEO di CUBBIT.
  • I reverse pitch di Stefania Quaini, managing director di Angels 4 Women, Cristina Tomassini, responsabile Green Transition Fund di CDP Venture Capital, Marta Molinero, collaboration manager del Regional Innovation Scheme di EIT Manufacturing, Michele Marcaccio, dell’Investment Team di FNDX e Gabriella Severi, senior external relations di SIMEST.
  • La lecture a cura di Elisabetta Rotolo, CEO, Founder, Creative-Executive Producer di MIAT;
  • E i talk di Invitalia con Massimo Calzoni, responsabile Promozione Servizi e Accompagnamento e Susanna Zuccarini, business development specialist.

L’iniziativa si svolgerà nelle giornate di giovedì 14 marzo, dalle 12:30 alle 19, e di venerdì 15 marzo, dalle 9:30 alle 13:30, presso l’Opificio Golinelli, in via Nanni Costa 14, a Bologna.

Contenuti multimediali a supporto del giornalista:

Pagina sito evento

Homepage CTE COBO

Kit stampa CTE COBO

CTE COBO – Casa delle Tecnologie Emergenti del Comune di Bologna

La Casa delle Tecnologie del Comune di Bologna – progetto che si inserisce nella cornice di BIS – Bologna Innovation Square, la piattaforma dell’innovazione dell’Ufficio comune “Sviluppo economico, imprese, occupazione, Città metropolitana e Comune di Bologna” – ponendosi come ecosystem enabler, fermenta una contaminazione positiva tra gli attori dell’innovazione tecnologica e multidisciplinari, incentivando lo sviluppo tecnologico e di business, per un’Emilia-Romagna protagonista del futuro e ponte verso l’estero.

I partner di CTE COBO

Comune di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Ravenna, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Almacube, ART-ER, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale, BI-REX Big data & research excellence, Cineca, CNIT – WiLab, Creative Hub Bologna, G-Factor, Gellify, Search On Media Group, START 4.0 – Centro di Competenza per la Sicurezza e l’Ottimizzazione delle Infrastrutture Strategiche, TIM.

Leggi altre opportunità di business

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche