• 26/05/2024

Movimento turistico a Forlì-Cesena e Rimini

 Movimento turistico a Forlì-Cesena e Rimini

Il movimento turistico nei primi otto mesi dell’anno a Forlì-Cesena e Rimini

Le statistiche provvisorie riferite a gennaio-agosto 2023, relative al movimento turistico, rese disponibili dalla Regione Emilia-Romagna, rilevano, da un lato, un calo dei flussi nella provincia di Forlì-Cesena, dall’altro, un aumento degli arrivi ma una diminuzione delle presenze in quella di Rimini; nessuna delle due recupera sul 2019 (pre-covid). Migliori i risultati per la clientela straniera rispetto a quella nazionale. In tale contesto, tutti i tre mesi estivi chiudono in negativo.

Movimento turistico gennaio-agosto 2023 in provincia di Forlì-Cesena

I dati provvisori relativi al movimento turistico nei primi otto mesi del 2023, in provincia di Forlì-Cesena, rilevano un calo annuo degli arrivi del 2,4% (904.916 unità) e delle presenze del 3,0% (4.522.566 unità). Migliori i risultati della clientela straniera rispetto a quella italiana; nel dettaglio: -3,1% gli arrivi italiani e -3,6% le presenze nazionali, +1,5% gli arrivi stranieri e -0,3% le presenze estere.

Rispetto all’anno pre-covid abbiamo ancora una situazione negativa, sia sul fronte degli arrivi (-1,6% sul 2019) sia su quello delle presenze (-2,4%).

I tre mesi della stagione estiva registrano risultati negativi: -10,6% di arrivi e -6,8% di presenze a giugno, -5,1% di arrivi e -3,9% di presenze a luglio, -4,5% di arrivi e -6,0% di presenze ad agosto.

Il decremento annuo delle presenze del periodo gennaio-agosto 2023 riguarda i quattro comuni della riviera: Cesenatico (-3,2%), Gatteo (-3,6%), San Mauro Pascoli

(-10,1%) e Savignano sul Rubicone (-2,4%). Per ciò che concerne i grandi comuni, a Forlì e a Cesena le presenze aumentano, rispettivamente, del 18,8% e dello 0,3%, mentre per ciò che riguarda le località termali, si rileva un -1,2% a Bagno di Romagna, -21,2% a Bertinoro e +15,4% a Castrocaro Terme e Terra del Sole. L’Appennino, infine, chiude con questi dati: -54,2% a Santa Sofia e +12,3% negli altri comuni.

Movimento turistico gennaio-agosto 2023 in provincia di Rimini

I dati provvisori relativi al movimento turistico nei primi otto mesi del 2023, in provincia di Rimini, rilevano una crescita annua degli arrivi del 2,8% (2.861.871 unità) e un calo delle presenze dell’1,3% (12.062.665 unità). Positivi i risultati della clientela straniera, a differenza di quella italiana; nel dettaglio: -0,4% gli arrivi italiani e -4,9% le presenze nazionali, +15,9% gli arrivi stranieri e +11,2% le presenze estere.

Rispetto all’anno pre-covid abbiamo ancora una situazione negativa, sia sul fronte degli arrivi (-7,5% sul 2019) sia su quello delle presenze (-12,4%).

I tre mesi della stagione estiva registrano risultati negativi: -4,2% di arrivi e -3,7% di presenze a giugno, -2,4% di arrivi e -3,7% di presenze a luglio, -1,6% di arrivi e -4,5% di presenze ad agosto.

Il decremento annuo delle presenze del periodo gennaio-agosto 2023 riguarda quattro comuni della riviera: Riccione (-3,5%), Bellaria Igea-Marina (-1,9%), Cattolica
(-3,6%) e Misano adriatico (-6,5%). In crescita invece le presenze a Rimini (+1,2%). Positivi i risultati ottenuti dai due principali comuni dell’entroterra riminese, ovvero Santarcangelo di Romagna (+4,5%) e Verucchio (+4,8%), così come aumentano le presenze nelle località dell’Appennino (+17,1%).

Fonte: Servizio Statistica Regione Emilia-Romagna

Elaborazione: Ufficio Informazione economica – Camera di commercio della Romagna

Rapporto economia

Osservatorio economico

Il comunicato è disponibile nel sito della Camera di commercio della Romagna, sezione Informazione Economica

Leggi altro dai territori

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche