• 15/07/2024

Prosit Group a Vinitaly per far crescere i vini premium nel mondo

 Prosit Group a Vinitaly per far crescere i vini premium nel mondo

Prosit Group, realtà da 90 milioni di euro di fatturato, punta su Vinitaly per far crescere i vini premium nel mondo

• Prosit Group, azienda unica per modello di business che dà forza all’aggregazione di alcune tipiche cantine italiane con posizionamento premium e super premium, è presente alla 55° edizione di Vinitaly presso l’Hall 10 stand A1-B1.
• Nel 2022 sono state prodotte dal gruppo oltre 26,5 milioni di bottiglie con un portfolio di 5 Brand.
• Il 59% del fatturato è stato registrato all’estero con più di 18 milioni di bottiglie vendute sui mercati internazionali.

Prosit Group, innovativa realtà nel comparto vinicolo, partecipa a Vinitaly 2023, il salone internazionale del vino italiano in programma a Veronafiere dal 2 al 5 aprile. La holding di aziende vitivinicole presiede lo stand A1-B1 della Hall 10.

La partecipazione a Vinitaly è l’occasione per sottolineare l’unicità dall’azienda come modello di business, governance e distribuzione, oltre a comunicare i recenti risultati economici: Prosit Group chiuderà il bilancio 2022 con un fatturato pari a circa 90 milioni di euro, registrando un importante ruolo dell’export che si attesta al 59% (18.130.000 bottiglie vendute e un turnover di 50.575.000 euro sui mercati internazionali).

Prosit Group è una realtà che nasce dalla visione di Sergio Dagnino, manager con pluriennale esperienza nel mondo del vino, con l’obiettivo di realizzare un polo di cantine italiane di fascia alta, in grado di offrire i migliori vini simbolo delle eccellenze del nostro Paese.
Il gruppo attualmente conta cinque brand: Cantina di Montalcino (Toscana), Torrevento (Puglia), Nestore Bosco (Abruzzo), Tenuta di Collalbrigo (Veneto), oltre allo storico marchio La Cacciatora Di Casa Vinicola Caldirola.

A Vinitaly 2023 Prosit Group rinnova il suo impegno a promuovere il Made in Italy nel mondo: la kermesse è da 55 anni sinonimo di coinvolgimento dell’intera filiera vinicola globale, evento di riferimento a livello mondiale e prima fiera del vino e dei distillati in Italia rivolta a tutti gli operatori del business.

Dopo la nascita di Prosit Group nel 2018, questo è per noi un nuovo punto di partenza. Lavoriamo per strutturare un piano strategico che ci permetta di sviluppare brand riconoscibili in tutto il mondo, secondo le specificità regionali del nostro portafoglio. – Ha commentato Sergio Dagnino, Amministratore Delegato di Prosit Group – In un periodo di grandi cambiamenti per il settore, vogliamo proporre un modello di business inedito per soddisfare una richiesta del mercato: una offerta di Vino-Paese con posizionamento premium.

Prosit Group
Fondato nel 2018, Prosit Group nasce per affrontare le sfide del vino italiano in un mercato globale sempre più competitivo grazie a un business model innovativo. L’azienda si pone l’obiettivo di sviluppare brand forti, riconoscibili e territoriali valorizzando l’unicità delle singole cantine all’interno di un’offerta di Vino-Paese con posizionamento premium.

L’azienda, unica per modello di business, dà forza all’aggregazione di alcune tipiche cantine italiane in Veneto, Abruzzo, Toscana, Puglia e Lombardia per meglio affrontare un contesto internazionale sempre più competitivo.

In portafoglio attualmente sono presenti i seguenti brand: Cantina di Montalcino (Toscana), Torrevento (Puglia), Nestore Bosco (Abruzzo), Tenuta di Collalbrigo (Veneto), oltre allo storico marchio La Cacciatora Di Casa Vinicola Caldirola.
Nel 2022, Prosit Group ha prodotto oltre 26 milioni di bottiglie. Il fatturato dello scorso anno è stato di 90 milioni di euro. Il 41% del fatturato è stato registrato in Italia, mentre il 59% sui mercati esteri. I principali mercati sono USA (19.118.000 euro di fatturato), Europa (23.592.000 euro) e Asia (3.284.000 euro). A marzo 2023 Prosit Group conta 150 dipendenti.

I Brand
Nella scelta dei brand-partner, Prosit Group persegue un obiettivo di composizione di un portafoglio di marchi completo e sinergico, focalizzato sulle principali denominazioni italiane. Oltre al modello di business distintivo, con il pieno controllo della catena del valore per fornire un posizionamento di mercato unico, il gruppo si distingue per operare da leader in un mercato globale in crescita e sempre più interessato ai vini premium italiani.

Al fine di mantenere gli standard qualitativi che lo distinguono, il team di gestione è altamente qualificato, con una notevole esperienza nel settore vinicolo: Prosit Group ha in programma di crescere in modo organico tramite future acquisizioni e nuove sinergie, per sviluppare brand riconoscibili e in grado di rispondere alle esigenze dei consumatori nei diversi segmenti di mercato.

Per approfondire

Leggi altre notizie sulle Imprese dell’Emilia-Romangna

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche