• 26/05/2024

Skift: crescita e ambiente

 Skift: crescita e ambiente

La sfida di Skift: far crescere le imprese rispettando l’ambiente. A Bologna i partner del progetto europeo per l’economia sociale

Tappa a Bologna per il progetto SKI.F.T. (Skills for Transition). Il progetto prende il nome dal termine danese “Skift”, che significa cambiamento. Legacoop Emilia-Romagna ha ospitato le diverse delegazioni europee dei partecipanti al progetto,  nato con l’obiettivo di accompagnare le micro e piccole imprese dell’economia sociale verso un miglioramento del loro modello di business e rendere le attività più sostenibili dal punto di vista ambientale.

Nel corso della due giorni bolognese è stato messo a punto un programma formativo, fatto di consulenza e coaching, per supportare il percorso di transizione ambientale delle piccole e medie imprese dell’economia sociale, alle prese con sfide impegnative, soprattutto per mancanza di competenze, know how e disponibilità finanziaria. Le esigenze e i bisogni formativi delle imprese sono state raccolte con un sondaggio, in fase di avvio del progetto.

Far crescere l’economia sociale è uno degli obiettivi del movimento cooperativo, perché vuol dire avere più  equità, coesione sociale e un territorio competitivo – ha spiegato Daniele Montroni, presidente di Legacoop Emilia-Romagna, aprendo i lavori di “Skift” a Bologna.

L‘Emilia-Romagna è un territorio a forte vocazione cooperativa e può rappresentare un esempio per altre regioni d’Europa ma la nostra partecipazione ai bandi transnazionali è utile soprattutto per mettere a disposizione delle nostre associate, penso in particolare alle piccole cooperative, gli strumenti più adatti per essere protagonisti delle transizioni. In questo modo si potranno creare opportunità per offrire condizioni migliori ai soci, creare lavoro di qualità e ricchezza per le comunità“.

Il progetto Skift riunisce organizzazioni dell’economia sociale ed enti di formazione di Danimarca, Polonia e Italia, oltre a due reti europee: Kooperationen (DK – Organizzazione datoriale cooperativa danese), Fise (Fondazione per le iniziative sociali ed economiche, Polonia), Centro Servizi Aziendali Coesi (Cooperativa che offre servizi alle cooperative e organizzazioni non profit, Italia), Demetra Formazione (Società di servizi integrati per la formazione e il lavoro, Italia), Legacoop Emilia-Romagna, Reves aisbl (Rete europea di città e regioni per l’economia sociale) e Cecop (Confederazione Europea delle Cooperative Industriali e di Servizi).

Attraverso SKI.F.T. i partner del progetto forniranno servizi di consulenza e coaching alle micro e piccole imprese dell’economia sociale, consentendo a queste ultime di rivedere il proprio modello di business verso una maggiore sostenibilità economica e ambientale. Inoltre, le imprese beneficiarie avranno l’opportunità di ricevere un sostegno finanziario diretto per l’acquisto di ulteriori servizi di coaching e mentoring che rispondano alle loro esigenze specifiche e ai loro campi di interesse.

Le cooperative emiliano-romagnole attualmente coinvolte nel progetto sono: La Lumaca e Città Verde.

Leggi altro in primo piano

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche