• 05/02/2023

Il Laboratorio di Tecnologie Mediche Sperimentali ed Applicate dell’Università di Parma nel progetto europeo “Increase Research Capacities in Kosovo”

 Il Laboratorio di Tecnologie Mediche Sperimentali ed Applicate dell’Università di Parma nel progetto europeo “Increase Research Capacities in Kosovo”

Al centro, studi di nanotossicologia ambientale e nanomedicina inalabile nella ricerca medica cardiovascolare. Saranno formati dottorande, dottorandi e postdoc kosovari. Finanziamento complessivo di quasi 1 milione di euro

Il Laboratorio di Tecnologie Mediche Sperimentali ed Applicate del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma parteciperà al progetto europeo “Increase Research Capacities in Kosovo”.

Finanziato dall’Unione Europea tramite EuropeAid per un importo complessivo di quasi 1 milione di euro, il progetto include il King’s College London (leading institution), l’Università degli studi di Milano, l’Università di Pristina (Kosovo) e l’Università di Parma.

Verterà su studi di nanotossicologia ambientale e nanomedicina inalabile nella ricerca medica cardiovascolare e coprirà la formazione di dottorande, dottorandi e postdoc kosovari che verranno preparati nelle Università del partenariato per tutta la durata del programma (30 mesi).  L’avvio è previsto per il 1° di marzo

L’Università di Parma, e nello specifico il Laboratorio di Tecnologie Mediche Sperimentali ed Applicate (TecMed Lab) diretto da Michele Miragoli,  da un lato viene dunque  coinvolta nella formazione internazionale di studentesse, studenti e docenti, dall’altro attrae finanziamenti europei volti ad incrementare e valorizzare la ricerca medico-scientifica .

Il TecMed Lab si occupa di studiare i meccanismi aritmici ed eventuali terapie. Recentemente ha scoperto che il particolato ambientale inalato può agire direttamente sul cuore introducendo aritmie; tuttavia ha anche dimostrato che la stessa via di somministrazione può essere usata per veicolare nanoparticelle terapeutiche direttamente nel tessuto cardiaco.

Emilia Romagna Economy

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

Leggi anche