• 30/11/2022

Welfare, la Città metropolitana porta la propria l’esperienza alla XV conferenza di ESPAnet Italia

 Welfare, la Città metropolitana porta la propria l’esperienza alla XV conferenza di ESPAnet Italia

Illustrerà i risultati di due indagini su centri diurni per anziani e integrazione tra politiche sociali, sanitarie e per il lavoro

La Città metropolitana di Bologna porta la propria esperienza nel campo del welfare alla XV Conferenza ESPAnet Italia, che si svolge dall’1 al 3 settembre presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Bari: saranno illustrati i risultati di due recenti indagini sui centri diurni per anziani e sull’integrazione tra politiche sociali, sanitarie e per il lavoro.
Il tema della conferenza di quest’anno è “La sfida del PNRR. La ricostruzione del welfare e le dinamiche della complessità”. Nella conferenza si approfondiranno infatti le dinamiche di ricostruzione del welfare, mettendo a confronto sia prospettive teoriche diverse sia, soprattutto, le esperienze più significative relative ai diversi livelli dell’organizzazione sociale, per fronteggiare l’emergenza e accrescere le capacità istituzionali.
 
Come già avvenuto nelle edizioni precedenti, la Città metropolitana condividerà dunque la propria esperienza, e in particolare quest’anno parteciperà a due sessioni.
Nella sessione “L’attivazione lavorativa di categorie svantaggiate. Reddito di Cittadinanza, GOL ed esperienze territoriali a confronto”, il personale dell’Area sviluppo sociale illustrerà l’indagine effettuata sul funzionamento operativo della legge regionale 14/2015 che promuove l’integrazione tra le politiche sociali, sanitarie e per il lavoro nei sette distretti della Città metropolitana di Bologna.
Grazie alla convenzione tra la Città metropolitana di Bologna e l’Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore), nell’arco dell’ultimo triennio sono state analizzate le principali differenze nella composizione territoriale delle equipe multi professionali e nelle diverse modalità attuative della programmazione. L’indagine si è concentrata anche su un’analisi approfondita del flusso delle persone prese in carico, considerando la tipologia di utenza trattata, con una particolare attenzione ai percettori del Reddito di Cittadinanza.
L’altro contributo della Città metropolitana a ESPAnet avverrà all’interno della sessione “Le sfide dell’invecchiamento dopo la Pandemia: tra buone pratiche, rischi e nuove opportunità”. L’approfondimento bolognese si concentrerà sui servizi per anziani nell’area metropolitana, illustrando i risultati di un’indagine sui centri diurni in epoca pandemica. Tale approfondimento si basa sul percorso partecipato promosso dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria Metropolitana di Bologna nel corso del 2021, nel quale sono stati coinvolti i maggiori stakeholders del territorio in un ragionamento condiviso sui temi della domiciliarità, dell’abitare e dalla residenzialità, per indagare le criticità dei centri diurni dopo due anni di pandemia, tratteggiando alcune ipotesi per renderli maggiormente attrattivi. L’analisi dello stato dei servizi per la popolazione anziana nei 55 comuni dell’area metropolitana bolognese viene collegata alle sfide a cui enti locali, imprese sociali e aziende sanitarie devono far fronte, anche alla luce delle riforme normative e dei recenti finanziamenti previsti dal PNRR.
 
Dopo la presentazione alla Conferenza i risultati delle due indagini saranno pubblicate online sul portale della Città metropolitana. 
ESPAnet Italia è una rete di studiosi di politiche sociali che promuove il dibattito interdisciplinare sulle politiche sociali, indagando il sistema del Welfare italiano attraverso l’interazione di più approcci, dalla sociologia alla psicologia, dal servizio sociale all’urbanistica, dall’economia alla medicina.

Leggi anche